Un contributo importante nel progetto Wineleven: intervista a Silvano Cremonesi

Un contributo importante nel progetto Wineleven: intervista a Silvano Cremonesi

Silvano Cremonesi, co-fondatore della società Wineleven, si occupa del segmento di ricerca tecnologica della levitazione magnetica.

Da sempre Silvano lavora nel campo della HI-END per la costruzione di diffusori acustici e tavolini a sospensione magnetica nati per azzerare vibrazioni: nell’elettronica la vibrazione è un problema molto sentito.

Dalla sua pluriennale ricerca sulla levitazione magnetica è nata l’idea di applicare questa tecnologia nel mondo vitivinicolo. Nessuno prima di lui aveva mai pensato e valutato la dannosità delle vibrazioni sul vino in bottiglia, sulla sua crescita, maturazione ma soprattutto sul suo naturale invecchiamento.

Riproduci video

Il vino in bottiglia nella storia e nella tradizione si è sempre mantenuto in cantina in quanto la cantina tutelava l’aspetto luce, umidità e costanza. Oggi tuttavia non tutte le cantine sono sotto terra, abbiamo cantine in tutto il mondo (a Tokyo, Milano, New York, ovunque) che magari si trovano per assurdo sotto a delle metropolitane, o comunque si trovano in zone soggette a vibrazioni importanti che non più ‘naturali’ (date dall’ambiente) come 150 anni fa.

Il mondo ha cambiato radicalmente anche il modo di presentare il vino. Se pensiamo all’ambiente domestico la bottiglia di vino non la teniamo più segregata in cantina ma al contrario magari ci piace anche esibirla sopratutto se il vino al suo interno è un vino d’alta gamma. Il vino tuttavia è un prodotto delicato e Wineleven, con i propri prodotti, cerca di mantenerlo al meglio!

La soluzione tecnologica Wineleven unisce molteplici aspetti positivi tra cui l’assoluta mancanza di manutenzione: non essendo prodotti alimentati elettricamente i prodotti firmati Wineleven non hanno nessun tipo di consumo. La tecnologia sfrutta dei magneti permanenti al neodimio (terra rara) che hanno un’autonomia di qualche migliaio di anni.

Silvano Cremonesi, così come tutti coloro che fanno parte del progetto Wineleven, considera il vino un prodotto vivo che cresce, si evolve, matura e naturalmente muore…

Con il sistema Wineleven a sospensione magnetica in ambito vitivinicolo, invenzione di Silvano Cremonesi, l’azienda garantisce una tutela del vino durante l’affinamento in bottiglia e tutela la sua fragilità futura di fatto allungandone la vita e migliorando l’aspetto organolettico.

Comments are closed.